Nel suo bar a Vico Equense aveva 14 chili di ordigni esplosivi: i carabinieri, a seguito di un’approfondita perquisizione, hanno arrestato un 34enne insospettabile. L’operazione è stata effettuata nell’ambito dei controlli predisposti in vista della notte di San Silvestro.

Vico Equense, 14 kg di ordigni nel bar: arrestato 34enne insospettabile

I carabinieri della compagnia di Sorrento stanno setacciando le zone della costiera per contrastare il mercato nero del fuoco pirotecnico e quello che sta emergendo in questi ultimi giorni è un dato oggettivo. A finire in manette sono persone incensurate.

Questa volta ci troviamo a Vico Equense e i militari della locale stazione hanno arrestato per detenzione illegale di materiale esplodente per la vendita un 34enne incensurato del posto. I carabinieri hanno perquisito il bar dell’uomo a due passi dall’unica chiesa al mondo ad essere dedicata a San Renato di Sorrento.

L’intervento dei carabinieri artificieri di Napoli

Rinvenuti e sequestrati 6 chili e 300 grammi di materiale esplodente privo di qualsiasi categoria e 8 chili di materiale pirotecnico categorizzato detenuti illegalmente per la vendita. Più di 14 chili di esplosivo che hanno reso obbligatorio l’intervento dei carabinieri artificieri di Napoli data l’elevata pericolosità degli ordigni. L’arrestato è in attesa di giudizio.

Donazione sostieni il Gazzettino Vesuviano