Due ragazzi, minori di 17 anni sono stati accoltellati da un gruppo di coetanei per uno sguardo di troppo. A Napoli, i carabinieri sono dovuti intervenire per una aggressione contro i due minorenni.

Ai militari dell’arma, le vittime hanno raccontato di essere stati aggrediti mentre si trovavano in compagnia di un gruppo di loro amici, ai Quartieri spagnoli. I carabinieri hanno allertato i soccorsi e i due sono stati portati all’ospedale Pellegrini.

Per la prima vittima la diagnosi è di 10 giorni di riposo per ferita all’anca e alla coscia e ferite multiple da punta e taglio a una mano, alla gamba destra e al dorso nasale. Per il secondo 17enne, la prognosi è di 10 giorni di riposo per ferite da taglio e punta alla nuca e al collo.

I ragazzi sono stati affidati ai propri genitori. Indagini in corso da parte dei Carabinieri delle stazioni San Giuseppe e Quartieri spagnoli.

Donazione sostieni il Gazzettino Vesuviano
Condividi
Precedente“Si è girato Gir…” No, Simeone! Il Napoli batte la Roma 2-1 in extremis
SuccessivoAllarme violenza minorile a Napoli: è “guerra di sguardi”, tre ragazzini feriti
Il giornale “il Gazzettino vesuviano”, fondato nel 1971 da Pasquale Cirillo e attualmente diretto da Gennaro Cirillo, si interessa principalmente delle tematiche legate al territorio vesuviano e campano; dalla politica locale e regionale, a quella cultura che fonda le proprie radici nelle tradizioni ed è alla base delle tante associazioni e realtà che operano sul territorio.Siamo impegnati a garantire la massima qualità e la massima integrità nel nostro lavoro giornalistico. Ci impegniamo a mantenere alti standard etici e professionali, evitando qualsiasi conflitto di interesse che possa compromettere la nostra indipendenza e la nostra imparzialità.Il nostro obiettivo è quello di fornire ai nostri lettori notizie e informazioni affidabili su una vasta gamma di argomenti, dalle notizie di attualità ai reportage approfonditi, dalle recensioni ai commenti e alle opinioni. Siamo aperti a suggerimenti e proposte dai nostri lettori, e ci impegniamo a mantenere un dialogo aperto e costruttivo con la nostra community.