Sequestrata l'antica stazione ferroviaria Bayard della Napoli-Portici: era in rovina

Sequestrata questa mattina l’antica stazione ferroviaria Bayard di Napoli, luogo di partenza della prima ferrovia in Italia, la Napoli-Portici inaugurata nel 1834. La struttura è stata posta sotto sequestro dai carabinieri del Nucleo Tutela patrimonio culturale di Napoli su delega della Procura partenopea in esecuzione di un decreto disposto dal gip per i reati di invasione di terreni ed edifici, omissione di lavori in edifici che minacciano rovina, distruzione, dispersione, deterioramento, deturpamento, imbrattamento e uso illecito dei beni culturali, danneggiamento al patrimonio archeologico, storico o artistico nazionale.

Sequestrata l’antica stazione ferroviaria Bayard di Napoli: era in rovina

Alla base dell’emissione del decreto, lo stato di degrado e protratto abbandono del bene culturale di interesse storico-architettonico, risultato in parte oggetto di condotte di occupazione abusiva ad opera di terzi ed in parte a rischio di crollo per l’omissione anche di interventi manutentivi di sicurezza per l’incolumità pubblica. Sulla stazione Bayard sono stati svolti accertamenti nell’ambito dell’attività della Procura di Napoli che ha istituito un gruppo autonomo intersezionale competente per la materia della tutela penale dei beni culturali.

Mirati approfondimenti investigativi

Nella prospettiva operativa di una ricognizione generale sullo stato di conservazione e la destinazione d’uso degli immobili, al fine di individuare le situazioni di maggiore esposizione ai rischi per l’integrità o la fruizione dei beni, è stato sottoscritto un protocollo d’intesa con l’Università degli studi di Napoli Federico II, Dipartimento di Architettura-Cattedra di Restauro. Ne sono seguiti mirati approfondimenti investigativi, anche attraverso la nomina di consulenti specializzati, e si è proceduto, d’intesa quindi con il Dipartimento di Architettura e con la Sovrintendenza alle verifiche sullo stato di più immobili individuati, tra questi proprio la stazione Bayard.

Donazione sostieni il Gazzettino Vesuviano
Condividi
PrecedenteCerimonia della Moneta per Explora II: il primo troncone realizzato a Castellammare (FOTOGALLERY)
SuccessivoPollena Trocchia: pacco alimentare, le domande fino al 21 febbraio
Il giornale “il Gazzettino vesuviano”, fondato nel 1971 da Pasquale Cirillo e attualmente diretto da Gennaro Cirillo, si interessa principalmente delle tematiche legate al territorio vesuviano e campano; dalla politica locale e regionale, a quella cultura che fonda le proprie radici nelle tradizioni ed è alla base delle tante associazioni e realtà che operano sul territorio.Siamo impegnati a garantire la massima qualità e la massima integrità nel nostro lavoro giornalistico. Ci impegniamo a mantenere alti standard etici e professionali, evitando qualsiasi conflitto di interesse che possa compromettere la nostra indipendenza e la nostra imparzialità.Il nostro obiettivo è quello di fornire ai nostri lettori notizie e informazioni affidabili su una vasta gamma di argomenti, dalle notizie di attualità ai reportage approfonditi, dalle recensioni ai commenti e alle opinioni. Siamo aperti a suggerimenti e proposte dai nostri lettori, e ci impegniamo a mantenere un dialogo aperto e costruttivo con la nostra community.