Sant'Antonio Abate, domani gli studenti in marcia con don Tonino Palmese:

Una marcia con le scuole cittadine e un dibattito su “Musica e Legalità”: l’evento è in programma domani, giovedì 25 maggio, alle 9:30 a Sant’Antonio Abate ed è stato organizzato in collaborazione con gli studenti dell’Istituto comprensivo “Mosè Mascolo” e le associazioni sportive del territorio, nell’ambito del “Mese della Cultura Abatese”.

Sant’Antonio Abate, domani gli studenti in marcia con don Tonino Palmese

Per ripartire in maniera decisa sul tema della legalità – afferma Ilaria Abagnale, sindaca di Sant’Antonio Abate – servono buone pratiche, sensibilizzazione ed educazione, coinvolgendo i più giovani, gli studenti e le scuole. Nelle ultime settimane ho notato che a Sant’Antonio Abate c’è grande interesse dei ragazzi a queste tematiche, un bel segnale per tutta la comunità che sta reagendo a tutti i livelli. Questa manifestazione sarà una grande opportunità proprio per loro, che potranno confrontarsi con chi si occupa attivamente per affermare i principi di legalità”.

“Grande interesse dei ragazzi alla legalità”

La partenza del mini-corteo è prevista da piazza della Libertà e gli studenti in marcia raggiungeranno il Parco Naturale. Lì è previsto un incontro-dibattito su “Musica e Legalità” alla presenza di Ilaria Abagnale, sindaca di Sant’Antonio Abate; don Tonino Palmese, presidente della fondazione Polis; Pasquale Del Prete, presidente della Fai Antiracket Ercolano; Francesco Soviero, procuratore aggiunto presso la Procura della Repubblica di Salerno; Francesco Saverio Patrizio, dirigente scolastico dell’istituto comprensivo “Mosè Mascolo”. All’incontro prenderanno parte anche i dirigenti scolastici degli istituti del territorio. Esattamente un anno fa, per le strade di Sant’Antonio Abate si è svolta la prima marcia antiracket, una passeggiata per dire “no” alla camorra in un momento molto difficile per la cittadina abatese.

“Questa manifestazione servirà anche a ribadire un concetto ben preciso e che questa amministrazione ha dimostrato con la costituzione di parte civile del Comune di Sant’Antonio Abate in due processi delicati: noi – conclude Ilaria Abagnale – siamo e saremo sempre vicini a chi sceglie di denunciare e, quando c’è stato bisogno di dare il buon esempio, non abbiamo esitato”.

Donazione sostieni il Gazzettino Vesuviano
Condividi
PrecedenteSant’Antonio Abate: opere d’arte dei ragazzi e un Qr code per scoprire i monumenti. “Grazie all’impegno instancabile degli studenti”
SuccessivoGioacchino Alfano nominato presidente di Difesa Servizi: “Cerimonia d’insediamento nei giorni scorsi”
Il giornale “il Gazzettino vesuviano”, fondato nel 1971 da Pasquale Cirillo e attualmente diretto da Gennaro Cirillo, si interessa principalmente delle tematiche legate al territorio vesuviano e campano; dalla politica locale e regionale, a quella cultura che fonda le proprie radici nelle tradizioni ed è alla base delle tante associazioni e realtà che operano sul territorio.Siamo impegnati a garantire la massima qualità e la massima integrità nel nostro lavoro giornalistico. Ci impegniamo a mantenere alti standard etici e professionali, evitando qualsiasi conflitto di interesse che possa compromettere la nostra indipendenza e la nostra imparzialità.Il nostro obiettivo è quello di fornire ai nostri lettori notizie e informazioni affidabili su una vasta gamma di argomenti, dalle notizie di attualità ai reportage approfonditi, dalle recensioni ai commenti e alle opinioni. Siamo aperti a suggerimenti e proposte dai nostri lettori, e ci impegniamo a mantenere un dialogo aperto e costruttivo con la nostra community.