Giornata nazionale per le persone scomparse. L’Italia Illuminata di verde speranza

Il fenomeno delle persone scomparse è un fenomeno sociale esteso ma poco conosciuto che non accenna a diminuire

Si avvicinano le feste natalizie, un periodo dove i sentimenti di fratellanza e solidarietà sono maggiormente rappresentati, ed è purtroppo proprio in questo periodo gioioso per tanti che in alcune famiglie si fanno più vivi i sentimenti di dolore, di incomprensione e di solitudine.

Stiamo parlando delle famiglie delle persone scomparse, persone che si allontanano dai propri affetti per vari motivi e che non vengono più ritrovate o rintracciate.

Il fenomeno delle persone scomparse è un fenomeno sociale esteso ma poco conosciuto che non accenna a diminuire. In Italia al 30.06 le denunce attive di persone scomparse erano 88.390, e siamo convinti che questo dato sia in incremento per la fine dell’anno. Immaginate un’intera provincia italiana scomparire, inghiottita dal nulla con tutti i suoi abitanti rilegati in quella “terra del niente”, la stessa dove vanno a finire le persone scomparse.

Già dal 2019 Penelope Italia ha chiesto alle Istituzioni, Prefetture, Comuni, Regioni di illuminare di color verde speranza monumenti rappresentativi, in occasione della prima giornata nazionale dedicata alle persone scomparse.

Hanno sempre risposto in moltissime Amministrazioni e abbiamo visto illuminate di verde piazze, fontane e monumenti nelle città di Bolzano, Perugia, Venezia, Firenze, Pisa, Pescara, L’Aquila, Genova, Bologna, Como, Latina, Lecco, Savona, Bari, Treviso, Forlì, Ragusa, Benevento, Bergamo, Trento, Ravenna, Potenza, Crotone, Monza, Mantova, Lecco, Arezzo, Perugia, Ancona, Frosinone, Trapani, Monza, Bergamo, Crotone, Mantova, Treviso, Perugia, Ancona, Ostia, Potenza, Frosinone, Latina, Trapani, Vicenza, Assisi, ad altre ancora.

L’anno che sta per concludersi è stato per la nostra associazione molto impegnativo. Sono note a tutti le scomparse drammatiche di cui ci siamo occupati, molte che celavano un femminicidio.

Chiediamo quest’anno che anche imprese, banche, istituzioni private e cittadini ci supportino in questa giornata con un piccolo gesto simbolico ma molto significativo: illuminare di verde un edificio, mettere un lenzuolo verde al balcone, accendere una candela.

“Lo scomparso non è un fantasma, non è un mistero, non è un interrogativo. Tutti noi potremmo essere una persona scomparsa”.

Donazione sostieni il Gazzettino Vesuviano
Condividi
PrecedenteCastellammare, maxi intervento di pulizia su 4 km di arenile
SuccessivoOmaggio a Domenico Morelli: incroci contemporanei a duecento anni dalla nascita
Il giornale “il Gazzettino vesuviano”, fondato nel 1971 da Pasquale Cirillo e attualmente diretto da Gennaro Cirillo, si interessa principalmente delle tematiche legate al territorio vesuviano e campano; dalla politica locale e regionale, a quella cultura che fonda le proprie radici nelle tradizioni ed è alla base delle tante associazioni e realtà che operano sul territorio.Siamo impegnati a garantire la massima qualità e la massima integrità nel nostro lavoro giornalistico. Ci impegniamo a mantenere alti standard etici e professionali, evitando qualsiasi conflitto di interesse che possa compromettere la nostra indipendenza e la nostra imparzialità.Il nostro obiettivo è quello di fornire ai nostri lettori notizie e informazioni affidabili su una vasta gamma di argomenti, dalle notizie di attualità ai reportage approfonditi, dalle recensioni ai commenti e alle opinioni. Siamo aperti a suggerimenti e proposte dai nostri lettori, e ci impegniamo a mantenere un dialogo aperto e costruttivo con la nostra community.