Avellino: scoperto e sequestrato un autolavaggio

Avellino, blitz contro il lavoro sommerso: scoperto e sequestrato un autolavaggio. L'operazione delle Fiamme Gialle a Monocalzati

Avellino, blitz contro il lavoro sommerso: scoperto e sequestrato un autolavaggio. L'operazione delle Fiamme Gialle a Monocalzati

Avellino, blitz contro il lavoro sommerso: scoperto e sequestrato un autolavaggio. L’operazione delle Fiamme Gialle a Monocalzati. Nell’ambito della quotidiana e costante attività di prevenzione generale e di controllo del territorio coordinata dal Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Avellino, agli ordini del Colonnello Salvatore Minale, nei giorni scorsi i finanzieri del Gruppo di Avellino hanno individuato, nel Comune di Manocalzati (AV), e posto sotto sequestro un autolavaggio che violava le norme disciplinanti il corretto scarico e smaltimento di acque reflue industriali.

Avellino, blitz contro il lavoro sommerso: scoperto e sequestrato un autolavaggio. L'operazione delle Fiamme Gialle a MonocalzatiAvellino, blitz contro il lavoro sommerso: scoperto e sequestrato un autolavaggio

In particolare, è stato accertato che l’autolavaggio era privo dell’autorizzazione necessaria per effettuare i suddetti scarichi, così come previsto dalla normativa di settore. Nel corso dell’attività, inoltre, è stata accertata la presenza nei locali aziendali di un soggetto, in assenza di regolare assunzione e comunicazione preventiva agli enti competenti nonché è stato appurato che il prescritto misuratore fiscale era stato esclusivamente attivato, senza essere mai utilizzato.

L’operazione delle Fiamme Gialle a Monocalzati

Il titolare, un cittadino di origini pakistane di anni 47, è stato segnalato alla competente A.G. per le violazioni all’art. 137 del D.Lgs. 152/2006, nonché sanzionato amministrativamente per le ulteriori violazioni riscontrate.

Per le condotte illecite al vaglio della competente Autorità Giudiziaria, sulla base del principio di presunzione di innocenza, la colpevolezza delle persone sottoposte ad indagine sarà definitivamente accertata solo ove intervenga sentenza irrevocabile di condanna. Il lavoro nero è piaga per l’intero sistema economico perché sottrae risorse all’erario, mina gli interessi dei lavoratori, spesso sfruttati, e consente una competizione sleale con le imprese oneste.

Donazione sostieni il Gazzettino Vesuviano
Condividi
PrecedenteLa CIA aiutava l’Ucraina con una partnership segreta di intelligence per contrastare la Russia
SuccessivoPomigliano, in casa 17enne possedeva una pistola “ruger”
Il giornale “il Gazzettino vesuviano”, fondato nel 1971 da Pasquale Cirillo e attualmente diretto da Gennaro Cirillo, si interessa principalmente delle tematiche legate al territorio vesuviano e campano; dalla politica locale e regionale, a quella cultura che fonda le proprie radici nelle tradizioni ed è alla base delle tante associazioni e realtà che operano sul territorio.Siamo impegnati a garantire la massima qualità e la massima integrità nel nostro lavoro giornalistico. Ci impegniamo a mantenere alti standard etici e professionali, evitando qualsiasi conflitto di interesse che possa compromettere la nostra indipendenza e la nostra imparzialità.Il nostro obiettivo è quello di fornire ai nostri lettori notizie e informazioni affidabili su una vasta gamma di argomenti, dalle notizie di attualità ai reportage approfonditi, dalle recensioni ai commenti e alle opinioni. Siamo aperti a suggerimenti e proposte dai nostri lettori, e ci impegniamo a mantenere un dialogo aperto e costruttivo con la nostra community.