La nuova era della digitalizzazione fra vita privata e lavoro

La digitalizzazione entra nella quotidianità: lo si vede dall'implementazione della pubblica amministrazione nelle sue pratiche che, oggigiorno, si fanno in parte online, andando a snellire le file negli uffici preposti

Come secoli fa era avvenuta la rivoluzione industriale, oggi è l’ora della rivoluzione digitale. Infatti il governo italiano, in accordi precisi con l’Europa, ha studiato dei piani di sviluppo e stanziato dei fondi sia sulla implementazione della fibra come parte fisica di questo sviluppo tecnologico sia nel processo di sensibilizzazione in vari settori verso la digitalizzazione.

Come la digitalizzazione entra nella quotidianità

La digitalizzazione entra nella quotidianità: lo si vede dall’implementazione della pubblica amministrazione nelle sue pratiche che, oggigiorno, si fanno in parte online, andando a snellire le file negli uffici preposti. Non solo: gli usi e consumi  degli utenti stanno cambiando. Il mercato del Food ha avuto un incremento del 21% negli acquisti online, spostando quindi l’abitudine del recarsi fisicamente al supermercato, a ricevere la spesa online a casa. Un altro settore in grande espansione è quello della fruizione degli sport in streaming e delle relative scommesse utilizzando le piattaforme online. Siti controllati e sicuri come ScommesseSportive.io hanno testimoniato una grossa crescita, anche per la facilità di utilizzo e il corretto porsi verso il consumatore. Sta di fatto che la digitalizzazione pian piano entra in ogni settore. Aumenta l’organizzazione anche in Campania di eventi esplicativi, tra giovani e meno, per il processo di digitalizzazione. A questo si aggiunge la capillare formazione fatte dalle aziende.

L’impegno della Campania in primo piano

Nell’ultima edizione del Campania Digital Summit è stato messo in evidenza un momento di sintesi per tutto il progetto di innovazione regionale che è in atto, grazie al lavoro congiunto della Giunta regionale, dell’Ufficio per la Crescita e la Transizione Digitale e di tutto il consiglio regionale. Il tutto viene svolto secondo le indicazioni europee. È stata studiata una programmazione che è partita nel 2021 e terminerà nel 2027.

Le transizioni in atto sono numerose: bisogna completare la connettività della fibra su tutto il territorio, in maniera da poter garantire una navigazione sicura costante e potente. Bisogna lavorare sulla sicurezza informatica e fare in modo che ci sia sempre una maggiore sensibilizzazione sulla fornitura dei servizi digitali a imprese e cittadini.  Si sta sviluppando il sistema informativo SINFONIA che introdurrà procedure digitali in ambito della Salute, creando un portale ad hoc per i cittadini. La Campania si pone quindi fra le regioni più attive nello sviluppo della digitalizzazione e, visto che la data di scadenza della realizzazione del progetto si avvicina, i risultati sono sempre più tangibili e visibili, soprattutto dal fatto che i consumi e le abitudini di molti stanno cambiando.

Una trasformazione per l’essere umano

Tutta questa digitalizzazione portata avanti sia dalla regione Campania che dal resto delle regioni d’Italia, in affiancamento all’Unione Europea, implica il creare dei processi che possano semplificare e andare a vantaggio della vita dell’uomo senza porlo in secondo piano. L’interesse stesso degli enti governativi nello sviluppo di questi processi di rivoluzione digitale è mantenere l’uomo al centro della vita, in maniera che la tecnologia sia solo ausiliaria del suo benessere e per la sua comodità.

Donazione sostieni il Gazzettino Vesuviano
Condividi
PrecedenteCastellammare, terzo polo e centrosinistra si compattano
SuccessivoBibi Netanyahu e l’ombra della Corte penale internazionale
Il giornale “il Gazzettino vesuviano”, fondato nel 1971 da Pasquale Cirillo e attualmente diretto da Gennaro Cirillo, si interessa principalmente delle tematiche legate al territorio vesuviano e campano; dalla politica locale e regionale, a quella cultura che fonda le proprie radici nelle tradizioni ed è alla base delle tante associazioni e realtà che operano sul territorio.Siamo impegnati a garantire la massima qualità e la massima integrità nel nostro lavoro giornalistico. Ci impegniamo a mantenere alti standard etici e professionali, evitando qualsiasi conflitto di interesse che possa compromettere la nostra indipendenza e la nostra imparzialità.Il nostro obiettivo è quello di fornire ai nostri lettori notizie e informazioni affidabili su una vasta gamma di argomenti, dalle notizie di attualità ai reportage approfonditi, dalle recensioni ai commenti e alle opinioni. Siamo aperti a suggerimenti e proposte dai nostri lettori, e ci impegniamo a mantenere un dialogo aperto e costruttivo con la nostra community.