Gragnano, il Comune aderisce all’iniziativa Unicef “Diritti in Comune”

Tra i progetti proposta l'istituzione di un Albo dei Testimoni dell’Ecosostenibilità. Il sindaco Nello D’Auria: “Sensibilizzare la nostra comunità sui diritti dei bambini e sull'importanza della sostenibilità ambientale è un impegno che sentiamo profondamente”

Gragnano, il Comune aderisce all’iniziativa Unicef “Diritti in Comune”

Il Comune di Gragnano ha aderito all’iniziativa “Diritti in Comune” promossa dall’Unicef che mira a sensibilizzare la cittadinanza sui diritti sanciti dalla Convenzione Onu sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, con un focus particolare quest’anno sulla sostenibilità ambientale e sull’importanza degli spazi verdi per la salute dei minorenni.

In linea con gli obiettivi di “Diritti in Comune”, il Consiglio Comunale dei Ragazzi e delle Ragazze di Gragnano ha proposto l’istituzione di un Albo dei Testimoni dell’Ecosostenibilità. L’albo sarà formato dagli studenti delle nostre scuole, che diventeranno portavoce e sostenitori attivi della salvaguardia ambientale nella nostra città. I bambini e le bambine, i ragazzi e le ragazze che aderiranno a questa iniziativa avranno l’opportunità di: partecipare a workshop e attività educative sull’ambiente; promuovere progetti di sostenibilità all’interno della scuola e della comunità.

La proposta nasce dalla convinzione dei membri del Consiglio Comunale dei Ragazzi e delle Ragazze che educare i giovani al rispetto dell’ambiente sia fondamentale per costruire un futuro sostenibile e per garantire il benessere delle generazioni future.

Parallelamente, l’Amministrazione Comunale ha istituito il plogging, un’attività che coniuga il movimento, nelle forme della corsa o della camminata, con la raccolta dei piccoli rifiuti abbandonati. Questa pratica, che negli ultimi anni si sta diffondendo in varie regioni italiane, rappresenta un valido contributo all’informazione e alla sensibilizzazione contro l’abbandono dei rifiuti.

L’iniziativa è stata inaugurata con una passeggiata ecologica sul territorio e prevede la creazione di un vero e proprio albo di cittadini maggiorenni che intendono sostenere questa sana abitudine. Il plogging vuole costituire un gioioso e piacevole strumento per potersi riappropriare dell’amore e del rispetto per la propria città e rinforzare il senso di appartenenza.

Muovendo dal Commento Generale n. 26 pubblicato dal Comitato delle Nazioni Unite sui diritti dell’infanzia, che ribadisce l’importanza di tutelare il diritto dei più piccoli a un ambiente pulito, sano e sostenibile, Gragnano vuole cogliere l’occasione per rendere protagonisti i membri del Consiglio Comunale dei Ragazzi e delle Ragazze, facendosi portavoce di un messaggio forte di sensibilizzazione al rispetto dell’ambiente.

Il Consiglio Comunale dei Ragazzi e delle Ragazze continua con la proposta dell’Albo dei Bambini e Bambine, Ragazzi e Ragazze Ecosostenibili. Saranno testimoni di ecosostenibilità raccogliendo i rifiuti ogni volta che passeggiano con i loro genitori.

Il sindaco D’Auria, ha commentato: “Partecipare a questa iniziativa è per noi un grande onore e un’importante opportunità. Sensibilizzare la nostra comunità sui diritti dei bambini e sull’importanza della sostenibilità ambientale è un impegno che sentiamo profondamente. Educare i giovani al rispetto dell’ambiente non è solo una responsabilità, ma una necessità per garantire un futuro migliore alle nuove generazioni. Sono orgoglioso del lavoro svolto dal Consiglio Comunale dei Ragazzi e delle Ragazze e dell’adesione dei cittadini al plogging”.

Donazione sostieni il Gazzettino Vesuviano