Inclusività, a Pomigliano d’Arco la festa dell’azione cattolica

Più di 1500 le persone attese che potranno visitare i 20 stand dedicati al tema. Parteciperanno all'iniziativa anche il Centro volontari della sofferenza, l’associazione Sunshines Raggi di Sole, le sezioni pomiglianesi di Plastic Free e di Legambiente

Inclusività, a Pomigliano d'Arco la festa dell'azione cattolica

Sabato 1° giugno 2024, la città di Pomigliano d’Arco si prepara ad accogliere la Festa unitaria dell’Azione cattolica della Diocesi di Nola, in programma dalle 16:00, presso il Parco pubblico Giovanni Paolo II, dedicata al tema «All inclusive. L’Ac per tutte le persone, per tutta la persona», scelto ripensando alle parole che papa Francesco ha rivolto ai giovani a Lisbona, durante l’ultima Giornata mondiale della Gioventù: «Nella Chiesa c’è spazio per tutti, per tutti!».

«Noi crediamo davvero che abbiamo il compito di provare a fare rete, mettere insieme le persone, dare modo al bene di diffondersi. Questa festa è una grande occasione perché chi conosce l’Ac abbia conferma della sua bellezza, chi non la conosce possa scoprirla. L’attenzione dell’associazione è per ogni singola persona, da accompagnare in un cammino di discernimento che la aiuti a mettere a frutto i talenti ricevuti, per il bene personale e comunitario: il laico di Ac è accompagnato in un cammino di vita e di fede serio, per essere seriamente credenti e cittadini», spiega il presidente diocesano dell’associazione, Vincenzo Formisano, aggiungendo che «l’inclusività è un aspetto della dimensione popolare che da sempre caratterizza l’associazione. Siamo convinti che l’Ac possa essere pienamente “per tutti” perché grande è il nostro desiderio di servire il Vangelo e la Chiesa portando a ogni persona la gioia dell’incontro con il Risorto».

Alle 16:30, il vescovo di Nola, Francesco Marino, guiderà il momento di preghiera che darà il via all’iniziativa cui prenderanno parte adulti, giovani e bambini.

Sono più di 1500 le persone attese che potranno visitare i 20 stand dedicati al tema della festa e attraverso i quali provare a capire perché “L’Ac è inclusiva, per tutti, per tutta la persona”. Ai presenti sarà consegnato una sorta di passaporto con il numero e il tema di ogni stand. Al termine di ogni tappa e superate le attività proposte, sarà rilasciato un timbro. Le tappe saranno fruibili liberamente per divertirsi e riflettere con il proprio gruppo parrocchiale, con gli amici delle altre parrocchie o con gli amici invitati per l’occasione.

Saranno presenti con un proprio stand anche il Centro volontari della sofferenza, l’associazione Sunshines Raggi di Sole, le sezioni pomiglianesi di Plastic Free e di Legambiente. Alcuni stand saranno poi dedicati all’Ave, casa editrice dell’Ac, al Movimento lavoratori e al Movimento studenti dell’associazione. Parteciperanno anche Finetica Ets e Fondazione Tuorto Jossa di Fontana Cupa, la Caritas e il Servizio di promozione per il sostegno alla Chiesa cattolica della diocesi di Nola, il mensile inDialogo, dorso regionale di Avvenire.

Nel corso della festa – che durerà fino alle 20:00 – saranno premiati anche i vincitori del contest “Questa è casa nostra”, proposto alle associazioni parrocchiali tra le attività di preparazione al 1° giugno: tutti i gruppi sono stati invitati a realizzare un video per raccontare il loro impegno per l’ambiente. I piccoli filmati sono stati pubblicati sui profili Instragram dell’Ac di Nola (@ac_nola) e della festa (@allinclusive_nola): i primi tre classificati saranno decretati sommando i like dei followers e i voti di un’apposita giuria.

Donazione sostieni il Gazzettino Vesuviano