Antonella Laura Cascone, candidata al Consiglio Comunale di Santa Maria la Carità, con la lista M273 che appoggia la riconferma di Giosuè D’Amora come sindaco, ha scelto il nostro giornale per rilasciare una cordiale intervista.

Sulla scelta di candidarsi ha affermato: “Non è la prima volta che mi chiedono di candidarmi, ma non era mai il momento giusto; questa volta ci sono tantissime cose da fare, Santa Maria la Carità sta crescendo moltissimo, quindi mi sono sentita in dovere di dare un contributo diretto”.

Nel corso dell’intervista non si è parlato solo della campagna elettorale, ma soprattutto di temi molto cari ad Antonella, tra cui quello legato al mondo della scuola. Infatti, lei è una docente distaccata all’Ufficio Scolastico Regionale per la Campania, un incarico professionale, che le permette di conoscere, a 360 gradi, le varie dinamiche del mondo scolastico.

“Sono entrata a scuola a tre anni, frequentando quello che allora si chiamava asilo e non sono mai più uscita poiché il mio mondo, anche lavorativo, continua a ruotare intorno alla scuola”.

Proprio sulla scuola, Antonella ritiene che l’amministrazione D’Amora sia stata molto coraggiosa. “La scuola che verrà inaugurata a breve porterà non solo incremento di spazi, ma soprattutto ci regalerà ambienti sicuri e rispettosi di tutte le normative vigenti. L’amministrazione ha fatto qualcosa di molto importante, perché la scuola è la base della nostra società”, ha affermato Antonella. Sul tema dell’edilizia scolastica c’è da dire che vi è un forte problema, poiché molte scuole campane non sono a norma in quanto molto datate. Inoltre con i fondi PNRR il governo ha deciso di procedere alla messa in sicurezza degli edifici scolastici tramite ammodernamento o abbattimento e ricostruzione. Su questo tema, Antonella ha affermato che “I disagi che abbiamo avuto a Santa Maria, sul dover fare ad esempio i doppi turni, li avranno probabilmente tutti i comuni che hanno avviato procedure di ampliamento o ricostruzione. A Santa Maria siamo stati precursori nel realizzare una scuola totalmente a norma, ma credo ne sia valsa la pena perché dal nuovo anno scolastico i nostri piccoli fruitori avranno degli ambienti di apprendimento non solo accoglienti, ma sicuri ed in linea con le direttive ministeriali sull’edilizia scolastica”.

Per Antonella Laura Cascone sulla comunicazione si dovrà lavorare molto. “Le persone hanno bisogno di sapere quello che si sta facendo, altrimenti, non possono avere contezza delle varie problematiche. Bisogna creare un gruppo di lavoro che aiuti l’amministrazione a comunicare quello che di volta in volta verrà realizzato. Un esempio su tutti è il finanziamento dell’asilo nido di circa 1 milione di euro che l’amministrazione D’Amora ha ricevuto da pochissimo, ma che non è stato pubblicizzato quasi per nulla. Spesso l’amministrazione ha ritenuto più importante operare che pubblicizzare quanto fatto, ma a mio avviso le due cose devono andare di pari passo”.

In conclusione la candidata ha ricordato i passi avanti fatti da Santa Maria la Carità negli ultimi 20 anni: “Siamo cresciuti molto grazie alla stabilità politica che è, a mio avviso, fondamentale: realtà non molto distanti da noi restano impantanate, perché soffrono del continuo avvicendarsi di amministrazioni che così devono ripartire ogni volta da zero”.

Michele Mercurio

Donazione sostieni il Gazzettino Vesuviano