Boscoreale, caso Federal Building. Di Lauro: “No ai doppi turni. Stiamo lavorando alla soluzione migliore per tutti”

Il progetto prevede l’abbattimento e la ricostruzione dell’Istituto Comprensivo Dati di via Papa Giovanni XXIII

Boscoreale, caso Federal Building. Di Lauro: “No ai doppi turni. Stiamo lavorando alla soluzione migliore per tutti”

No ai doppi turni, garantire il diritto allo studio e la sicurezza del personale scolastico. Sono queste le direttrici sulle quali si sta muovendo l’amministrazione comunale di Boscoreale sulla vicenda del Federal Building.

Il progetto prevede l’abbattimento e la ricostruzione dell’Istituto Comprensivo Dati di via Papa Giovanni XXIII. Un intervento finanziato con i fondi PNRR e che prevede lavori per circa un anno, provocando inevitabilmente alcuni disagi nella platea scolastica.

Ieri mattina il sindaco Pasquale Di Lauro ha incontrato i genitori degli alunni della scuola media Dati. “Ho ascoltato con attenzione tutte le legittime preoccupazioni dei genitori degli alunni – spiega il primo cittadino – Siamo tutti d’accordo che l’ipotesi dei doppi turni è una strada impraticabile. Creerebbe tantissimi disagi agli studenti e alle famiglie.

Così come non è percorribile l’ipotesi di recuperare alcune aule presso l’Istituto Vesevus per gli alunni della Dati. Certamente l’obiettivo è quello di ridurre al minimo i disagi, senza dimenticare che l’abbattimento e la ricostruzione della scuola consentirà alla comunità di avere un edificio scolastico completamente all’avanguardia e in linea con tutti gli standard normativi nazionali ed europei. Sono in costante contatto con i funzionari dell’ufficio tecnico che stanno lavorando tutti i giorni sulla questione.

Stiamo vagliando ogni soluzione possibile per recuperare aule, per garantire il diritto allo studio degli alunni e per consentire al personale scolastico di lavorare in sicurezza e serenità. Non appena avremo il quadro completo, convocherò un tavolo con dirigenti scolastiche, genitori e rappresentanze dei consigli d’istituto per stabilire insieme la migliore soluzione”.

Donazione sostieni il Gazzettino Vesuviano