Portici: minaccia i vicini con una katana. Arrestato 58enne

Una controversia condominiale, legata ad una perdita d'acqua, è sfociata in lite e minacce di morte. Pronto l'intervento dei Carabinieri. L'uomo era già sorvegliato speciale con obbligo di dimora

Portici: minaccia i vicini con una katana. 58enne arrestato

Secondo quanto ricostruito dai militari, in passato c’erano già state tensioni a causa di una infiltrazione d’acqua tra l’uomo e gli inquilini del piano superiore, presunta origine della perdita, che avrebbe rovinato il solaio del 58enne. Con i vicini la diatriba è continua e non si riesce a trovare un accordo.

Dalle parole si passa facilmente alle minacce

Il 58enne, sorvegliato speciale con obbligo di soggiorno, decide a questo punto di raggiunge i vicini per minacciarli di morte. Lo fa puntando loro contro una spada: un’arma tanto cara ai samurai giapponesi, una katana.

Quando gli inquilini del piano di sopra lo vedono arrivare con la lama sguainata,  compongono immediatamente il 112, allertando i Carabinieri di quanto stesse accadendo.

L’intervento dei Carabinieri e l’arresto del 58enne

Gli uomini dell’Arma della stazione di Portici, intervenuti prontamente, lo arresteranno pochi istanti dopo per minacce e detenzione illegale di arma. La spada viene subito dopo sequestrata. Il 58enne è ora in carcere, in attesa di giudizio.

Donazione sostieni il Gazzettino Vesuviano