Non era in grado di intendere e di volere quando uccise suo figlio, la sera del 2 gennaio 2022 a Torre del Greco. Il piccolo Francesco aveva appena due anni e mezzo e la madre si era convinta che fosse affetto da autismo consultando internet.

Ora, dopo l’assoluzione per vizio totale di mente, non ci sono strutture sanitarie né familiari disposti ad accogliere ed accudire Adalgisa Gamba, la mamma 42enne di Torre del Greco, per cui i giudici hanno disposto la sua scarcerazione, con revoca della misura della libertà vigilata e il trasferimento in un ospedale psichiatrico giudiziario in regime di Rems (Residenza per l’esecuzione delle misure di sicurezza).

Il provvedimento è stato firmato dagli stessi giudici della prima sezione della Corte d’Assise di Napoli che hanno emesso la sentenza di assoluzione lo scorso 4 giugno. A distanza di una settimana dalla nota inviata all’Asl Napoli 3 Sud e in assenza di alternative (familiari o altri soggetti), i giudici non hanno potuto far applicare la misura di sicurezza della libertà vigilata per un tempo non inferiore a 15 anni, con obbligo di cura e dimora presso una struttura residenziale terapeutico-riabilitativa ad alta intensità, con idoneo piano terapeutico, come invece avevano stabilito in sentenza.

Dunque, hanno accolto la precedente richiesta della Procura di Torre Annunziata (pm Andreana Ambrosino) e disposto il trasferimento della donna in un ospedale psichiatrico giudiziario, poiché necessita di cure specifiche.

Donazione sostieni il Gazzettino Vesuviano
Condividi
PrecedenteCristina Frazzica, parla la famiglia: “Ci sentiamo vuoti e totalmente impotenti”
SuccessivoFestival del Panuozzo 2024, a Gragnano dal 23 al 25 giugno
Il giornale “il Gazzettino vesuviano”, fondato nel 1971 da Pasquale Cirillo e attualmente diretto da Gennaro Cirillo, si interessa principalmente delle tematiche legate al territorio vesuviano e campano; dalla politica locale e regionale, a quella cultura che fonda le proprie radici nelle tradizioni ed è alla base delle tante associazioni e realtà che operano sul territorio.Siamo impegnati a garantire la massima qualità e la massima integrità nel nostro lavoro giornalistico. Ci impegniamo a mantenere alti standard etici e professionali, evitando qualsiasi conflitto di interesse che possa compromettere la nostra indipendenza e la nostra imparzialità.Il nostro obiettivo è quello di fornire ai nostri lettori notizie e informazioni affidabili su una vasta gamma di argomenti, dalle notizie di attualità ai reportage approfonditi, dalle recensioni ai commenti e alle opinioni. Siamo aperti a suggerimenti e proposte dai nostri lettori, e ci impegniamo a mantenere un dialogo aperto e costruttivo con la nostra community.