Maradona, “D10S in the street”: dal 5 al 7 luglio tre giorni di eventi per i 40 anni dal suo arrivo a Napoli

Quarant’anni esatti da quel “Buonasera napolitani” con cui il 5 luglio 1984 il più grande calciatore di tutti i tempi, scomparso nel novembre 2020, salutò i 75 mila paganti accorsi allo Stadio

Maradona, “D10S in the street”: dal 5 al 7 luglio tre giorni di eventi per i 40 anni dal suo arrivo a Napoli

Arriva “D10s in the street”, una tre-giorni di eventi gratuiti fra sport, sociale, inclusione e aggregazione in programma alla Rotonda Diaz sul Lungomare di Napoli fra venerdì 5 e domenica 7 luglio per celebrare i 40 anni dall’arrivo in città di Diego Armando Maradona. Quarant’anni esatti da quel “Buonasera napolitani” con cui il 5 luglio 1984 il più grande calciatore di tutti i tempi, scomparso nel novembre 2020, salutò i 75 mila paganti accorsi allo Stadio (allora) San Paolo di Napoli solo per salutarlo e vederlo da (molto) lontano e per pochi minuti.

L’iniziativa “D10S in the street”, organizzata e promossa dallo storico general manager e amico di Maradona Stefano Ceci con Fabbricanti di emozioni di Raffaele Iavazzi, DAM10 di Enzo Ciardi e Sergio Errico e D10S Academy di Gennaro Di Scala, il Comitato regionale Csain Campania, Zeus e con il patrocinio del Comune di Napoli, è dedicata ai bambini, perché Maradona aveva molto a cuore proprio loro, in particolare gli orfani e i bambini a rischio: non a caso Diego ripeteva spesso: “Voglio diventare l’idolo dei bambini poveri di Napoli perché loro sono com’ero io da bambino a Buenos Aires”. E saranno proprio loro, i baby calciatori nati fra il 2013 e il 2016, a sfidarsi nella fase finale di un torneo di calcio a tre nel campo di gioco allestito alla Rotonda Diaz, dopo le fasi preliminari svoltesi al Centro Kennedy.

“D10S in the street” partirà venerdì 5 luglio alle ore 18 (non a caso nello stesso orario in cui 40 anni fa Maradona si presentò al San Paolo ai napoletani) con la parata di tutti i bambini che parteciperanno agli eventi, per poi proseguire alle ore 19 con la presentazione degli organizzatori, alle 19,30 con la consegna delle divise alle squadre partecipanti al torneo, alle 20,30 con lo show che vedrà protagonisti Paola Morra (vedova del fratello di Diego, Hugo Maradona, scomparso un anno dopo il Pibe de Oro), i giornalisti Salvatore Biazzo, Ciccio Marolda e Carlo Alvino, il biografo ufficiale di Maradona Daniel Arcucci, gli ex compagni di squadra Salvatore Bagni e Antonio Carannante, il vocalist Max Righi e lo youtuber Fius gamer, per poi concludersi alle 22,30 con lo spettacolo di fuochi di artificio a mare a cura di Fabbricanti di Emozioni.

Invitati a partecipare, fra gli altri, il Sindaco di Napoli Gaetano Manfredi e l’assessore allo Sport Emanuela Ferrante, il presidente del Calcio Napoli  Aurelio De Laurentiis e l’ex presidente Corrado Ferlaino. Sul palco anche le maglie di Diego Armando Maradona, esposte per l’occasione grazie al Cammarota Antonio Museum.

Sabato 6 e domenica 7 luglio apertura del villaggio alla Rotonda Diaz alle ore 15, con dj set alle 19 e partite del torneo di calcio a tre alle 15,30 e alle 22. Atto conclusivo della tre giorni sarà la premiazione del torneo di calcio.

Donazione sostieni il Gazzettino Vesuviano