Napoli Posillipo e Mergellina: controlli nella movida giovanile tra bugie e senza casco

I carabinieri l’hanno fermata a bordo di uno scooter ma lei quel mezzo non poteva guidarlo, non aveva mai conseguito la patente

Napoli Posillipo e Mergellina: controlli nella movida giovanile tra bugie e senza casco

Nottata di controlli a Posillipo per i carabinieri della compagnia Napoli Bagnoli. Tante persone identificate, molti centauri indisciplinati e qualche storia da raccontare.

I militari hanno presidiato le zone della movida e setacciato strade e locali di Mergellina.
Durante la notte una 15enne è stata denunciata. I carabinieri l’hanno fermata a bordo di uno scooter ma lei quel mezzo non poteva guidarlo, non aveva mai conseguito la patente.

La ragazza non indossava neanche il casco e tenta la furbata. Fornisce ai carabinieri le generalità di una maggiorenne. Gli abiti, il modo di porsi e il trucco non nascondono quel volto di una ragazza che è poco più che bambina e per i carabinieri ci vuole poco – qualche domanda in più – per far cadere la ragazzina. Quelle generalità erano della sorella maggiorenne che la patente l’aveva. La minorenne è stata denunciata e affidata ai suoi genitori.

Scooter, mentalità sbagliata e una lotta continua da parte dei carabinieri che hanno come obiettivo il salvare delle vite, non tanto fare delle multe.

Sono ben 14 i giovanissimi centauri fermati alla guida di uno scooter senza portare il casco e per 7 di questi il mezzo è stato sequestrato.

Continua la lotta ai parcheggiatori abusivi con un uomo denunciato perché recidivo nel biennio e già sottoposto al dacur.

Tre ragazzi, infine, sono stati segnalati alla Prefettura perché trovati in possesso di modiche quantità di sostanze stupefacenti.

Donazione sostieni il Gazzettino Vesuviano